Internet a casa: il 5G sostituirà fibra e ADSL?

Avere internet a casa è ormai talmente importante da essere paragonabile alla fornitura della luce elettrica. La tecnologia è in continuo sviluppo e molti ora si chiedono quali saranno le nuove prospettive offerte dal 5G anche per quanto riguarda la navigazione domestica. Quando si parla di 5G si intende la connessione mobile reti detta di quinta generazione, e probabilmente in un futuro ormai prossimo diventerà una alternativa seria a internet da rete fissa. La connessione 5G da dispositivi mobili non è di certo una scelta economica, ma permette di navigare a velocità molto rapide che, fino a poco tempo fa, erano impensabili. Il limite del 5G, almeno per ora, è che l’accesso a questa rete è disponibile solamente in poche città italiane. Al giorno d’oggi chi vuole avere una connessione internet stabile e veloce deve rivolgersi a fibra o adsl e potrà utilizzare un comparatore gratuito di tariffe per scegliere con chi navigare su internet da casa. Con pochi click si avrà accesso alle offerte disponibili, ma bisognerà anche verificare l’effettiva copertura presso il proprio domicilio. Ad esempio la fibra ancora non raggiunge ogni città italiana. Intanto le prime aziende stanno sviluppando i primi router mobile con connessione 5G, lasciando quindi pensare a un imminente sviluppo su larga scala. Al momento però è ancora abbastanza prematuro immaginare di sostituire con una connessione da rete mobile in 5G una connessione da rete fissa. In realtà per alcuni gestori di telefonia mobile hanno già iniziato a proporre delle offerte di prova per una durata di tempo limitata con una connettività internet illimitata a una tariffa che però è superiore di circa 10 o 15 euro a una connessione fissa. In un futuro sempre più vicino il 5G avrà una diffusione di massa in tutto il territorio nazionale m bisognerà prima superare i problemi legati alla copertura dei ripetitori. Manca ormai molto poco a quando verranno commercializzati dei modem 5G portatili e facili da usare che, anche senza una SIM, permetteranno di avere una connessione stabile e illimitata.

Quale futuro per il 5G

Anche se le reti 5G sono arrivate in Italia solo nell’estate 2019, da allora molta strada è stata fatta e oggi il 5G rappresenta una connessione a velocità incredibile. Si pensi infatti che può raggiungere una velocità pari a 20 Gbps e tempi istantanei di download e upload, una vera e propria rivoluzione per chi ancora è costretto a usare una rete adsl ballerina. Per quanto riguarda la latenza, si parla di un valore che è fino a 20 volte più basso rispetto al 4G, ben si comprende quindi come l’avvento del 5G minacci di rivoluzionare completamente il mondo della navigazione sul web. Chi ha la fibra ottica se la passa molto meglio, certo, ma il 5G sarò qualcosa come tre volte più performante sotto tutti i punti di vista. Inutile dire che l’Adsl è tutta un’altra cosa anche se, purtroppo, al momento rappresenta l’unica soluzione in quanto il 5G è accessibile solo in pochissime località. Inoltre, almeno per ora, le offerte di telefonia mobile dedicate al 5G sono ancora troppo costose se confrontate con le reti di quarta generazione. Ci vorrà quindi più tempo del previsto prima che il 5G diventi una reale alternativa a internet fisso a casa. La sensazione è che il 5G comincerà a decollare con l’avvento dei primi router mobile dotati di connessione su reti di quinta generazione. Si tratta di router in miniatura che l’utente potrà portare in tasca o nello zaino in vacanza come a lavoro, eliminando quindi la necessità di dover acquistare una Sim dati per la navigazione. Bisogna però anche dire che quando il 5G coprirà tutto il territorio nazionale potrebbe essere soggetto ad alcune limitazioni di cui bisognerà tenere conto. Il 5G infatti viaggia su onde che potremmo definire millimetriche, a frequenze altissime, e ha una portata ridotta che potrà essere ostacolata da oggetti di grandi dimensioni o dalle condizioni atmosferiche. Per tutti questi motivi il consiglio è quello di restare alla finestra in quanto, a oggi, il 5G ancora non rappresenta una reale alternativa alla linea internet fissa. Non solo, esiste anche un altro limite impattante che è rappresentato dalla soglia massima di traffico dati di cui si potrà disporre al mese. Purtroppo, almeno per ora, la quota di Gb disponibile ogni mese è ancora largamente inferiore rispetto ai Gb illimitati della fibra o dell’adsl domestica. Di conseguenza le offerte attuali 5G potrebbero bastare per chi usa la rete solo per consultare i social o per navigare, ma non a chi intende guardare film in streaming o giocare online. Inoltre purtroppo al momento la fibra FTTH, ovvero quella che arriva fin a casa e non si ferma all’armadio stradale, è ancora troppo complessa da installare in alcune zone rurali o periferiche. In questo caso una possibile alternativa è rappresentata dal FWA, Fixed Wireless Access, una tipologia di connessione che potrebbe sfruttare le potenzialità del 5G. In questo modo si potrà fare a meno della fibra ottica realizzando anche un certo risparmio. Questo che cosa vuol dire? Che l’ultimo tratto che collega la centralina stradale alla casa potrebbe essere coperto dal 5G riducendo la latenza in modo considerevole e mettendo a disposizione più giga e tariffe abbordabili. Insomma, i tempi forse non sono ancora giunti ma siamo ormai alle porte di una vera e propria rivoluzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *