Sapevamo che la tecnologia fosse importante, ma solo ora abbiamo capito quanto

Che la tecnologia faccia ormai parte della vita di tutti i giorni, è un dato di fatto, ma solo ora si è realmente capito il suo valore. Quasi tutte le azioni che si svolgono quotidianamente, includono in maniera più o meno esplicita la tecnologia. È presente quando si prenota una vacanza, quando ci si iscrive ad un corso, quando si guarda un film e in tante altre attività.

Nel corso degli anni, lo sviluppo digitale è andato di pari passo con lo sviluppo tecnologico e, se si guarda alle prime tecnologie, si rimane stupiti di quanto siano cambiate e si siano evolute nel corso dei decenni. Soltanto i più visionari avrebbero potuto immaginare che dietro la scoperta del computer sarebbero poi nate una molteplicità di tecnologie sempre più sofisticate.

Con l’avvento della tecnologia, le persone si sono divise principalmente tra due fazioni: chi ha deciso di integrare con piacere la tecnologia nella propria vita e chi, invece, è spaventato dalla sua potenza e ha paura di essere rimpiazzato da una macchina.

In particolare, la tecnologia è stata fondamentale per:

  • effettuare diagnosi a distanza con l’intelligenza artificiale;
  • svolgere il lavoro da remoto con lo smart working;
  • mantenere i rapporti sociali e familiari a distanza.

Quanto è importante la tecnologia oggigiorno

Mai come in questo periodo storico particolare, la tecnologia è stata fondamentale per poter continuare a lavorare da remoto, mandando avanti la propria attività pur non essendo presenti sul posto di lavoro. Durante il lockdown dovuto al Covid, persino i lavori che solitamente erano svolti in presenza si sono adattati e hanno abbracciato la tecnologia, per permettere alle persone di continuare a lavorare a contatto virtuale con le altre persone.

La conversione alla tecnologia è testimoniata anche dalle vendite di dispositivi elettronici. È stato registrato che, dall’inizio della Fase 2, il mercato dei prodotti tecnologici è in continua crescita. Inoltre, si è riscontrata una crescita del 35,6% sulle vendite di dispositivi elettronici rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Il boom dell’online, invece, ha raggiunto l’86% in più rispetto all’anno scorso, con un aumento dell’acquisto di PC portatili del 105%, tablet del 46% e stampanti del 78,5%. Per chi ancora non avesse approfittato delle migliori offerte online, il sito Smartdomotica ha stilato una guida ai migliori tablet per fascia prezzo e altre relative a computer fissi e portatili.

Questi dati inducono a riflettere su quanto la tecnologia sia fondamentale nella vita di tutti i giorni, per permettere di svolgere le attività quotidiane in maniera più semplice e in qualsiasi situazione.

Tra le possibili applicazioni della tecnologia, prima fra tutte spicca l’assistenza medica che non è mai stata fondamentale quanto durante la pandemia, quando le strutture ospedaliere si sono ritrovate al collasso e andare in ospedale rappresentava un pericolo per la salute.

A risolvere tutte queste problematiche, arriva in soccorso l’Intelligenza Artificiale che permette, nell’ambito medico ad esempio, di effettuare diagnosi a distanza, evitando alle persone di recarsi in ospedale e favorire la diffusione del contagio. Questa tecnologia esisteva già prima del Covid, ma soltanto in questo periodo di forte emergenza ha potuto esprimere al massimo le proprie potenzialità, rivelandosi indispensabile.

I più scettici penseranno che la tecnologia sia uno strumento valido ma non affidabile quanto una persona reale. In realtà, l’intelligenza artificiale offre un altissimo grado di affidabilità fornendo diagnosi immediate e sicure.

Il lavoro da remoto: lo smart working

Chi si trova a capo di un’azienda o di una qualsiasi attività, ha dovuto necessariamente interrompere il lavoro nel periodo di pandemia con una conseguente perdita ingente di denaro. Anche in questo caso, la tecnologia è venuta incontro alle attività lavorative permettendo ai dipendenti di continuare a lavorare da remoto, quindi di poter rispettare le scadenze, limitando le perdite.

Inoltre, la tecnologia permette di stare in contatto con i colleghi con sistemi di remote collaboration, rendendo il lavoro a distanza il più vicino possibile a quello svolto in presenza. Tra le altre applicazioni, l’intelligenza artificiale può sostituire, ad esempio, i dipendenti di un call center, grazie all’utilizzo di chatbot sempre più sofisticati e simili alle persone reali.

I rapporti sociali e la tecnologia

La tecnologia è stata di fondamentale supporto anche per i rapporti sociali, permettendo di mantenere in contatto persone che non potevano incontrarsi fisicamente, e rendendo meno pesante la distanza sociale. Chi, durante la quarantena, non ha fatto videochiamate con amici e parenti, anche se a separarli erano solo pochi chilometri di distanza? La tecnologia permette di rimanere in contatto con altre persone in qualsiasi parte del mondo e riesce ad accorciare le distanze e a mantenere vivi i rapporti sociali.

Il futuro della tecnologia

Questo periodo particolarmente impegnativo e di conversione al digitale quasi forzato, ha offerto la possibilità di potenziare le tecnologia esistente e svilupparne di nuova, a supporto di una vita in cui non è necessario essere presenti fisicamente sul posto di lavoro. Se si pensa che senza la tecnologia si sarebbe vissuto questo periodo in totale isolamento e impossibilitati a lavorare, ci si rende subito conto del ruolo indispensabile che ha ricoperto.

Se, inizialmente, i più scettici erano spaventati dalle capacità delle macchine e temevano che il loro ruolo potesse essere rimpiazzato da esseri non umani, adesso potranno essere rassicurati e più inclini ad accettare la tecnologia come strumento di supporto alla vita reale di tutti i giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *